Caldarroste


Le caldarroste sono le castagne arrostite direttamente sul fuoco. E’ un tipico cibo di strada autunnale, spesso servite in un cono di carta, “il cartoccio”. Tra le tante qualità di castagne, quella dei Marroni meglio si presta a questa preparazione.

Non c’è autunno senza trovare nelle piazze le bancarelle dei caldarrostai. Le caldarroste, cotte sul fuoco o sulla brace, ci regalano in questa stagione un goloso e piacevole momento. Calde, dolci, croccanti fuori e pastose dentro, insomma delle deliziose bontà di cui non sarà difficile innamorarsi.

 

Castagne e Marroni

Molti confondono le castagne con i Marroni ma molte sono le differenze.

Riccio: i ricci delle castagne comuni ne possono contenere fino a 6 o 7 di dimensioni più piccole, mentre quelli dei Marroni ne hanno 3;

Forma: le castagne comuni hanno una forma più piccola e irregolare. i Marroni sono generalmente più grandi e alla base presentano una forma rettangolare;

Colore: le castagne hanno un colore marrone scuro mentre i Marroni hanno un colore più chiaro e brillante, talvolta con delle striature;

Pellicola: la pellicola tra il frutto e la buccia si rimuove molto più facilmente nei Marroni che hanno una superficie più liscia e regolare;

Sapore e usi: il sapore dei Marroni è più dolce rispetto a quello delle castagne comuni e per questo sono più usati nella preparazione dei dolci.

 

Ingredienti dosi per 3/4 persone

Mymistercook caldarroste 1a

Castagne (meglio se Marroni) 750 gr

Coltellino ben affilato e appuntito

Padella bucata grande per caldarroste

 

 

Preparazione delle caldarroste

Mymistercook caldarroste 2a
La prima operazione da fare è la “castratura” delle castagne per evitare che esplodano durante la cottura. Per castrare i Marroni si incide con la punta di un coltellino ben affilato la buccia sul lato più grande in senso orizzontale per almeno due cm. Non serve incidere la polpa in profondità.

 

Mymistercook caldarroste 3
La seconda operazione per preparare le caldarroste è predisporre una ampia “padella per caldarroste”. Questa si riconosce per i buchi sul fondo (per cuocere i marroni direttamente sul fuoco) e per il lungo manico, per farle saltare meglio ed evitare di bruciarle troppo in cottura.

 

Le caldarroste si cuociono a fuoco medio girandole spesso in una padella ampia e capace di contenerle tutte senza sovrapporle. Quando iniziano a prendere colore si possono anche far saltare in padella (fuori dal piano cottura). Questo aiuterà anche a rompere meglio le bucce e ridurrà ulteriormente il pericolo che esplodano. Quando alcuni Marroni si liberano dal guscio vanno rimessi a cuocere sopra le altre castagne e non direttamente sul fuoco.

  Mymistercook caldarroste 4a   Mymistercook caldarroste 4b

 

Dopo circa 15 minuti le caldarroste sono pronte. Tuttavia, quando vi sembrano cotte abbastanza, assaggiatele sempre prima di terminare la cottura. Evitate di toglierle dal fuoco troppo bruciate perché dovranno fare un ultimo passaggio. Le dovrete mettere in un recipiente traspirante ricoperte da un panno per terminare la cottura, raffreddarsi un po’ e (soprattutto per le castagne comuni) facilitare il distacco della pellicola interna. Aspettate 5 minuti.

  Mymistercook caldarroste 5a   Mymistercook caldarroste 5c

 

Mymistercook caldarroste
Pulite le caldarroste rimuovendo bene tutta la pellicola interna. Gustatele subito ancora calde, magari con un bicchierino di vino rosso novello o (come preferisco) Vin Santo toscano o Passito di Pantelleria, o ciò che più preferite insieme al sapore dolce delle caldarroste di Marroni.

 

 

Curiosità

Le caldarroste e la pasticceria sono l’utilizzo maggiore che si fa attualmente delle castagne. In passato, però, un passato abbastanza recente, non era così. Mio padre mi raccontava spesso di quante volte lui, da ragazzo, utilizzava la farina di castagne al posto della farina di frumento o per fare la polenta. Ricche di sostanze nutritive, disponibili (numerosi erano gli essiccatoi delle castagne nelle zone collinari per poterne disporre anche nei mesi in cui la fame si faceva più sentire) ed economiche, le castagne furono chiamate il pane degli alberi.

 

Lascia un commento